srep spread e diversificazione cosa sono

Educazione Finanziaria spread SREP e diversificazione.

Iniziamo il nostro percorso di Educazione finanziaria spread srep e diversificazione.

Lo Spread è il differenziale tra due valori. Oggi sentiamo spesso usare il termine in ambio finanziario dove identifica appunto un differenziale spesso oggi in riferimento alla valutazione dello stato di salute di uno stato. Il differenziale in questione è tra il rendimento dei titoli di stato pluriennali (nella fattispecie decennali) di una nazione ed il rendimento dei titoli di stato tedeschi. Ma approfondiamo il concetto.

  • Maggiore è lo SPREAD minore è la solidità in termini finanziari del paese.

Perché proprio i BUND? I Bundesanleihen o meglio noti come Bund per più ragioni oggi hanno una rischiosità pressoché nulla o anche, guardando da una differente prospettiva, hanno rendimenti assolutamente esigui, a causa della solidità dell’economia dello stato tedesco ma anche della stabilità e del rigore delle politiche economiche da questo attuate e delle garanzie offerte da questo scenario economico finanziario di stabilità.

Segnaliamo un articolo di ineteresse sul sito de Il Sole 24 Ore

Proseguiamo il nostro viaggio nell’ Educazione Finanziaria con il concetto di DIVERSIFICAZIONE.

Quando si tratta di investimenti si definisce diversificazione l’azione programmata di diversificare gli stessi per agire sulla rischiosità riducendola senza andare a ridurre il rendimento, anzi tutelandolo. Questa gestione può includere la scelta di attività differenti, rendimenti non strettamente correlati, scadenze diverse, differenti settori economici se possibile indipendenti ed aree geografiche di riferimento differenti e distanti quanto basta perché in caso di calamità non siano contemporaneamente coinvolte.
L’obiettivo della diversificazione possiamo pertanto sintetizzarlo nella stabilità.

 

Ultimo incontro del nostro viaggio nell’Educazione Finanziaria di oggi è lo SREP.

Lo SREP è una garanzia. Definizione concisa ma puntuale alla quale cerchiamo di aggiungere elementi. Lo SREP nasce dalla volontà di valutare e ponderare i rischi di ogni singola banca e detta volontà viene esercitata attraverso costanti misurazioni del rischio effettuate dalla Banca Centrale Europeo (acronimo BCE). A misurazione e opportune valutazioni effettuate o per dirlo puntualmente a conclusione del «processo di revisione e valutazione prudenziale» supervisory review and evaluation process, Srep appunto, è possibile che la Banca Centrale Europea (come la Banca d’Italia ma europea) dia puntuali indicazioni circa eventuali correttivi da apportare.

E’ notizia di questi giorni che la BCE abbia mandato nel mese di dicembre a tutte le banche europee la bozza di lettera SREP contenente le indicazioni precise, differenziate banca per banca, circa la necessità di aumentare le coperture in relazione allo stock di crediti deteriorati attualmente in possesso di ciascuna di esse.

In questo articolo abbiamo parlato di Educazione finanziaria spread srep