cessione del quinto domande e risposte - FAQ

Guida alla cessione del quinto dello stipendio

Come funziona la cessione del quinto?

La cessione del quinto è una tipologia di finanziamento, che rientra nella categoria dei prestiti non finalizzati, la cui peculiarità risiede nella modalità di rimborso: nella cessione del quinto, infatti, la rata mensile non può mai superare il valore pari ad 1/5 dell’emolumento netto e non viene addebitata  sul conto corrente nè pagata tramite bollettini postali,  viene trattenuta direttamente in busta paga dal proprio datore di lavoro.

 

 

Sono un dipendente pubblico/statale, posso ottenere una cessione del quinto?

Sì. La cessione del quinto è regolata dal Testo Unico approvato con D.P.R. 180/1950 e successive modifiche e integrazioni, dagli artt. 1260 e ss. c.c. dal d.lgs. 141/210 e dalle relative istruzioni della Banca d’Italia. Qualora il Cliente avesse ulteriori necessità finanziarie, l’istituto della delegazione di pagamento consente di impegnare complessivamente fino al 40% della retribuzione mensile, in quanto si va ad affiancare alla cessione del quinto dello stipendio.

 

Sono un dipendente privato/parapubblico, posso ottenere una cessione del quinto?

Sì. L’azienda deve essere una società di capitali con almeno 16 dipendenti ed essere gradita alle compagnie assicurative ed alle controparti bancarie.

 

Sono un pensionato, posso ottenere una cessione del quinto?

Sì. La cessione del quinto della pensione consente di ottenere liquidità anche se si ha una età avanzata e non si è più lavoratori dipendenti. La modalità di rimborso è simile a quella operata per la cessione del quinto dello stipendio: l’istituto di credito riceve la rata mensile tramite trattenuta diretta sul cedolino della pensione operata dall’istituto previdenziale e l’importo della rata non può superare 1/5 del valore della pensione stessa.
Nota bene: L’istituto di credito, ai fini della erogazione del prestito, si riserva di valutare la tipologia di pensione di cui gode il cliente.

Quali requisiti devo avere per ottenere una cessione del quinto?

E’ necessario essere un lavoratore dipendente di ente pubblico, ministeriale, privato o parapubblico (queste due categorie sono da valutare caso per caso), o pensionato. Se hai già una cessione del quinto in corso possiamo rinegoziarla purché siano decorsi i due quinti dell’ammortamento. In caso contrario, per i dipendenti è prevista la possibilità di affiancare alla cessione del quinto la delegazione di pagamento, sino ad impegnare al massimo il 40% della retribuzione mensile (doppio quinto).

Quali requisiti deve avere il mio datore di lavoro perché io possa ottenere una cessione del quinto?

In linea generale, nel caso di amministrazioni pubbliche/ministeriali o ente pensionistico, non sussistono requisiti ostativi a meno che non si tratti di enti commissariati o in gravi difficoltà finanziarie. Viceversa, nel caso di amministrazione privata o parapubblica, è necessario valutarne l’affidabilità ed il gradimento di concerto con le compagnie assicurative ed i partner bancari.

Ho già una cessione del quinto in corso, posso rinnovarla?

Il prestito concesso tramite cessione del quinto dello stipendio/pensione e/o delegazione di pagamento possono essere rinegoziati qualora siano trascorsi i 2/5 del piano di ammortamento della operazione in essere. Chiedici un preventivo.

 

Chi si occupa di estinguere la cessione in corso in caso di rinnovo?

Qualora vi siano le condizioni per rinnovare il finanziamento:
– se l’operazioni in corso era stata erogata da Noi, si procederà con l’estinzione del prestito in essere, rivalutando “ex novo” tutti i requisiti per la nuova operazione da proporre;
– se l’operazioni non era stata erogata da Noi, l’istituto, su delega rilasciata dal cliente, provvederà a richiedere l’estinzione del finanziamento alla finanziaria che ha in gestione la pratica. Ricevuto il conto estintivo, si potranno portare a termine le attività di erogazione del nuovo prestito.

Voglio ottenere una consulenza, come procedere?

Siamo a disposizione e rispondiamo tramite qualsiasi mezzo di contatto il cliente preferirà adottare: sul portale compilando il form “contattaci subito”, tramite chat, all’indirizzo e-mail servizio.clienti@mediocreditoeuropeo.com, chiamando il numero verde 800 153 153 ed anche tramite messaggio privato sulla nostra pagina facebook. Inoltre, le nostre filiali sono aperte e disponibili a fornire assistenza e consulenza grazie alla presenza di personale qualificato in grado di risolvere i vostri dubbi.

 

Quanto posso ottenere?

L’importo massimo del finanziamento non può prescindere dai requisiti di legge e dai criteri assuntivi che l’Istituto, le controparti bancarie ed assicurative stabiliscono al proprio interno. Certamente, la rata del finanziamento non potrà superare 1/5 dell’emolumento netto e la durata dell’operazione potrà essere ricompresa dai 24 mesi ai 120 mesi.

CHIEDICI UN PREVENTIVO!

 

Qual è il costo dell’operazione?

Il TAEG (tasso annuo effettivo globale) misura il costo della operazione di finanziamento, in quanto include tutte le voci di costo che gravano intorno alla operazione di finanziamento. Trimestralmente e per ogni categoria di operazione, la Banca di Italia diffonde, a mezzo comunicato, i tassi soglia su base annua oltre i quali gli interessi sono considerati usurari. Pertanto, il TAEG delle operazioni di finanziamento non dovrà mai superare il tasso soglia riferito alla categoria:
– prestiti contro cessione del quinto dello stipendio e della pensione, nel caso di operazioni di cessione del quinto dello stipendio o pensione;
– Altri finanziamenti alle famiglie e alle imprese, nel caso di operazioni di delegazione di pagamento;

La DELEGAZIONE DI PAGAMENTO – Cos’è e chi puo’ ottenerla?

Si tratta di un prestito non finalizzato, garantito, a tasso fisso e rata costante trattenuta direttamente in busta paga. Si va ad affiancare alla cessione del quinto dello stipendio, qualora il cliente avesse maggiori esigenze di liquidità.
Nel caso di amministrazioni pubbliche/statali sarà necessario che l’istituto di credito e il datore di lavoro del cliente sottoscrivano una specifica convenzione avente ad oggetto la procedura e le modalità di gestione della pratica.
Tutti i dipendenti di amministrazioni pubbliche/statali e private/parapubbliche possono potenzialmente accedere a questa forma di finanziamento. Come per la cessione del quinto, l’istituto dovrà valutare la presenza dei requisiti di legge e dei criteri assuntivi che l’Istituto, le controparti bancarie ed assicurative stabiliscono al proprio interno.

Sono finanziariamente sovraesposto o segnalato nelle banche dati (CRIF), cosa fare?

Questa condizione non preclude necessariamente l’accesso al credito. Possiamo analizzare la specifica ed individuale situazione del Cliente, valutando insieme la migliore soluzione finanziaria.

 

Quali sono i parametri di età ed anzianità di servizio per ottenere un prestito?

In linea generale, nel caso di cliente dipendente occorrerà rispettare i criteri pensionistici, ovvero la durata dell’operazione di cessione del quinto dello stipendio/delegazione di pagamento non dovrà superare i limiti di età ed anzianità di servizio previsti per la quiescenza.
 Viceversa, nel caso di cessione del quinto della pensione, il cliente non dovrà superare, a scadenza finanziamento, gli 86 anni non compiuti.

Quali tipologie di pensione consentono l’accesso alla cessione del quinto della pensione?

La pensione di invalidità civile e sociale non consentono di richiedere un finanziamento tramite cessione del quinto della pensione. In tutti gli altri casi, l’istituto si riserva di analizzare la specifica ed individuale situazione del Cliente, valutando la presenza dei requisiti di legge e dei criteri assuntivi che l’Istituto, le controparti bancarie ed assicurative stabiliscono al proprio interno.

 

Quali sono i documenti necessari da presentare per avviare una consulenza di finanziamento?

L’istituto potrà richiedere i seguenti documenti:
– carta identità (fronte-retro) o documento valido,
– codice fiscale,
– ultima busta paga/cedolino della pensione,
– certificato di stipendio (o in mancanza attestato di servizio),
– modello CUD completo (ove richiesto),
– altra documentazione legata alla specifica operazione di finanziamento.

 

Creditoxte: La guida alla cessione del quinto dello stipendio o della pensione

Creditoxte ti fa capire come ottenere un finanziamento attraverso la cessione del quinto.

Chatta con un operatore  Chiama 800.153.153