PRESTITO DIPENDENTE

Grazie alla cessione del quinto dello stipendio, il dipendente di una amministrazione pubblica, parapubbliche, statali o private può comodamente ottenere liquidità e rimborsare le rate del prestito tramite la propria busta paga: come indicato sul contratto e in base alle condizioni sottoscritte, ogni mese il datore di lavoro tratterrà dallo stipendio netto 1/5 della retribuzione e cederà tale importo all’ente che ha erogato il finanziamento.

Le rate sono tutti i mesi costanti, l’importo, il tasso di interesse e la durata vengono stabilite all’inizio e durante l’ammortamento non subiranno modifiche.